La release Atlantis è in orbita

(traduzione dal post ufficiale di @Bryanpwo)


Di Krimkerre

Sì, come hai potuto notare dal titolo, abbiamo iniziato a nominare le nostre release e siamo ancora più orgogliosi nel presentarti l’ultima, Atlantis.

Il motivo per cui abbiamo iniziato a dare un nome alle release è relativo al cambio del nostro metodo di lavoro. Il nostro team è cresciuto dalla nostra ultima release e per dare ad ogni membro del team il tempo di svolgere il proprio compito, ora congeliamo lo sviluppo della ISO ad un certo punto e per cercare di evitare confusione la chiamiamo release di dicembre, mentre la ISO ha una data di novembre nel suo nome. Inoltre, sottolinea il fattore divertimento in questo progetto. Come voi, ci stiamo divertendo a creare e a condividere il nostro lavoro con voi.

Per rimanere in tema spaziale, abbiamo chiamato questa release con il nome della sorella maggiore di Endeavour, lo Shuttle Atlantis, e le nostre release future porteranno i nomi di altri veicoli spaziali… E no, non ci sarà una release Endeavour, né una con i nomi di Space Shuttle problematici come Columbia o Challenger nel caso ve lo stiate chiedendo…

EndeavourOS united


Di Rockwallaby

Prima di entrare nello specifico della nuova release, comincio con una piccola aggiunta fatta sul sito web e una sbirciatina ai nostri piani futuri. Con questo, spero anche di affrontare alcune domande scottanti e richieste che abbiamo ricevuto.

Quando il progetto è iniziato nel 2019, eravamo già circondati da una comunità internazionale. Nel corso di questi anni, sono stati creati anche alcuni gruppi Telegram guidati dalla comunità per superare alcune barriere linguistiche nel cercare aiuto. Dopo tutto, quando si cercano risposte, è più facile esprimerle nella propria lingua madre.

Tali gruppi sono la chiave che rappresenta l’atmosfera amichevole della nostra comunità, quindi è giunto il momento di riconoscere i gruppi Telegram sul nostro sito web.

I gruppi in lingua su Telegram ufficiali per EndeavourOS sono in spagnolo, olandese, turco e, naturalmente, il nostro gruppo ufficiale inglese. Puoi trovare il link sotto Community nella barra del menu in alto per poterti unire.

Discourse forum, il coltellino svizzero

Detto questo, colgo l’occasione per sottolineare che il nostro forum è costituito anche nelle seguenti lingue: arabo, catalano, finlandese, francese, tedesco, hindi, greco, italiano, filippino, polacco, rumeno, russo, sinhala, spagnolo, turco e ucraino.

Il software su cui si basa il forum Discourse, è open source e funziona perfettamente su tutti i dispositivi, compresi tablet e smartphone. Se non ti senti a tuo agio nel creare un account con il tuo numero di telefono, puoi usare il tuo account aprendo il forum dal tuo browser e aggiungendo l’indirizzo come collegamento alla schermata iniziale del tuo dispositivo mobile. Dopo averlo fatto vedrai il nostro logo sullo schermo, il collegamento ti avvisa anche, secondo le tue preferenze, come se fosse un’app nativa in esecuzione sul tuo dispositivo mobile.

Uno sguardo verso il futuro


di Rockwallaby

Sulla scia delle lingue di cui abbiamo appena parlato, ho intenzione di iniziare un progetto per rendere il sito principale multilingue nelle prossime settimane, lavorando su ogni lingua per gradi. Quale lingua apparirà per prima dipende dal tempo disponibile dei nostri traduttori volontari. L’obiettivo è di avere l’intero progetto finito entro la fine del 2022. Se vuoi aiutarci, contattami (Bryanpwo) sul forum, su Telegram o anche dal modulo di contatto sul sito web.

Simile alla release di agosto, Atlantis è semplicemente concentrata sui miglioramenti tecnici, come potete leggere più avanti, ma abbiamo ricevuto richieste della possibilità di aggiungere alcune opzioni DE e WM in più in Calamares.

In questo momento ci sono alcune community editions in preparazione come Qtile, Openbox e una nuova WM chiamata Worm creata da Codic12, uno dei nostri sviluppatori di community editions. Le rilasceremo non appena saranno pronte.

Per quanto riguarda i DE, stiamo cercando di aggiungere UKUI, LXDE e forse il ritorno di Deepin nel prossimo futuro.

Stiamo anche parlando con uno sviluppatore attivo della comunità francese di Linux Gaming per creare un’edizione dedicata ai giocatori.

Ultimo ma non meno importante, non abbiamo dimenticato EndeavourOS ARM. Un anno fa, abbiamo promesso un’esperienza di installazione migliorata e ora che si sta liberando del tempo intorno al progetto ISO-NEXT, lavoreremo su quella promessa.

La release Atlantis


Wallpaper di Shjim

Sono passati tre mesi da quando abbiamo introdotto la nostra rinnovata release ISO-NEXT e la risposta che abbiamo ricevuto ci ha riempiti di utili feedback, quindi a tutti coloro che hanno presentato i loro risultati, grazie mille! Il vostro contributo ci ha aiutato a spingere EndeavourOS al livello successivo.

Come detto prima Atlantis contiene molti miglioramenti tecnici, per essere chiari i miglioramenti di cui stiamo parlando riguardano soprattutto l’installazione di un nuovo sistema.

Se stai già eseguendo EndeavourOS, hai già ricevuto gli ultimi aggiornamenti e nel caso volessi ottenere i nuovi sfondi della communità, devi solo cliccare il pulsante sulla nostra app di benvenuto Scarica altri sfondi EndeavourOS per recuperarli.

App EOS miglioramenti e aggiunte

  • Gli utenti NVIDIA hanno un nuovo controllo di integrità per gli aggiornamenti NVIDIA e del kernel. Il controllo aiuta a prevenire problemi di avvio dopo l’aggiornamento. Le app UpdateInTerminal, eos-update-notifier e welcome includono questo controllo di aggiornamento.
  • Welcome ha un nuovo pulsante DE: information (DE è il nome del desktop installato) e apre il browser alla pagina informativa dedicata al DE.
  • Il nostro eos-apps-info viene aggiunto di default.
  • L’eos-apps-info-helper è ora in grado di mostrare informazioni su molte più applicazioni, e supporta l’uso di un browser web che può essere configurato da te.
  • È stata fatta un’aggiunta a paccache-service-manager, che ora dispone di una casella di controllo per cancellare la cache dei pacchetti disinstallati.
  • Una nuova e migliorata finestra di configurazione per eos-update-notifier.
  • La funzione grub-tools ora aggiunge informazioni e avvisa quando è necessario inserire la variabile GRUB_DISABLE_OS_PROBER in /etc/default/grub.
  • Un miglioramento su AKM che contrassegna il kernel in esecuzione con il simbolo *.

Calamares

  • L’opzione per inviare i log quando un’installazione è fallita ora funziona di nuovo.
  • Calamares ora può leggere l’output delle azioni di pacman e mostrerà l’installazione dei pacchetti sotto la barra di progresso. Con questa aggiunta non abbiamo più bisogno del secondo terminale di debug per mostrare gli output dei log da pacman per gli script pacstrap e cleaner.
  • Ora facciamo uso di una denominazione casuale del percorso EFI, per evitare di sovrascrivere la voce efi quando si installa un secondo sistema EndeavourOS insieme usando lo stesso ESP.
  • L’installazione di XFCE e i3 allo stesso tempo è di nuovo possibile - usando il vecchio metodo per installare il setup/tema di i3 (recuperandolo da GitHub/GitLab) per ora, invece del pacchetto skel per i3 per poter avere i3 a tema come usato in XFCE.
  • fstrim.timer è ora abilitato di default.
  • Il driver proprietario Nvidia - DRM modesetting è abilitato di default, per risolvere il problema dell’avvio della schermata nera per i sistemi Optimus.
  • Il driver Nvidia viene ancora installato di default se l’utente avvia da Nvidia Boot Option, ora nvidia-drm.modeset=1 verrà aggiunto alla linea del kernel di grub per evitare di avviare il sistema con Nouveau.
  • BTRFS ora usa zstd per l’installazione sia su SSD che su HDD.
  • Pulizia della lista dei pacchetti su i3-wm e tutte le selezioni DE per installare solo le impostazioni necessarie.
  • I pacchetti repo di EndeavourOS e l’app di benvenuto ora si connettono a GitLab per impostazione predefinita, per evitare problemi agli utenti dei paesi che hanno bloccato GitHub. Anche se l’opzione di connettersi a GitHub è ancora presente per chi lo desidera.
  • Per lo stesso motivo abbiamo rimosso GitHub dalla nostra mirrorlist.
  • Il metodo per installare una delle community edition è cambiato. Ora si sceglie prima l’edizione, che è un pacchetto di impostazioni fisse che non può essere alterato per evitare installazioni fallite, poi si arriva al modulo dei pacchetti base dove è possibile deselezionare alcuni pacchetti se lo si desidera. In caso contrario, si può lasciare tutto così com’è, il che è altamente raccomandato per gli utenti nuovi e inesperti. Per renderlo un po’ più chiaro ecco un video:

ISO e sistemi in esecuzione

  • OS prober è di nuovo installato di default per una migliore esperienza di gestione del multi-boot di diversi sistemi.
  • Miglioramento per l’avvio legacy, la label ora si adatta ai requisiti della formattazione FAT.
  • Ora offriamo la possibilità di scrivere i propri comandi bash nel file user_commands.bash. Questa caratteristica è un’estensione avanzata della caratteristica esistente nel file user_pkglist.txt.
  • L’avvio Legacy/Bios ha un nome di label fisso per renderlo compatibile con i vecchi sistemi Bios.
  • Il driver r8168 non è più installato sulla ISO, il modulo r8169 dal kernel è usato di default quando la ISO si avvia. Tuttavia, il rilevamento automatico rende possibile installare e passare al modulo r8168 se necessario con un messaggio popup che appare in quei casi. Quando viene scelto, il sistema installerà il driver localmente dalla ISO (nessuna connessione internet necessaria) e abiliterà il modulo r8168, che verrà utilizzato anche sul sistema installato.
  • Sono state apportate delle correzioni al VMD per prevenire il problema dei drive con tecnologia Intel RST che non vengono riconosciuti dal sistema.
  • Per far riconoscere al sistema alcune unità M.2 basate su PCIe, è stato aggiunto nvme_load=YES a GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT in /etc/default/grub per default.
  • SWAY WM ora usa ly DM come workaround a causa di problemi con lightdm in combinazione con il WM.
  • Pipewire è ora abilitato di default.
  • Sono stati aggiunti alcuni nuovi sfondi della comunità, comprese le immagini usate in questo annuncio.
  • Una funzione di hotfix è stata aggiunta alla ISO, così gli sviluppatori possono immediatamente fare il push di un bugfix immediatamente dalla ISO senza crearne una nuova. La funzione hotfix si avvierà automaticamente nell’app Welcome, controllando e scaricando le correzioni prima che Calamares sia partito. Questa caratteristica è disponibile da questa release in poi, quindi le release precedenti non hanno questa caratteristica incorporata. Questo non significa che anche la ISO sia su un rilascio continuo, l’installatore offline ha ancora bisogno di un nuovo rilascio della ISO. La funzione hotfix ci dà solo l’opportunità di anticipare più velocemente quando un bug appare, e aiuta anche a ridurre il carico di lavoro per il team di sviluppo.


Wallpaper di Shjim

Divertiti!

A tutti gli aspiranti astronauti e marinai di EndeavourOS che vogliono provare Atlantis, ho due cose importanti da dire.

La prima, anche se abbiamo accuratamente testato questa release, tenete a mente che non abbiamo accesso ad ogni singolo hardware funzionante nel mondo, questo progetto è un lavoro d’amore, dopo tutto. Se vi imbattete in un problema, informateci e insieme potremo migliorare l’esperienza di installazione.

E infine, ma non meno importante, non siete soli durante il vostro viaggio, la nostra fantastica comunità è lì per aiutarvi a dare forma al vostro Endeavour, divertitevi!

Spero che vi abbiamo dato l’ispirazione per provare la nostra release Atlantis, perché è stato un vero piacere per noi crearla per voi.

Con affetto,

Il team di sviluppo di EndeavourOS, i moderatori, i traduttori e i membri della comunità.

3 Likes