Artemis Nova è qui

ENDY-SCREEN-2

Dopo il rilascio di Artemis Neo 22.8 che risolveva solamente il problema di Grub per l’installazione offline, siamo orgogliosi di presentare Artemis Nova, un rilascio che, oltre ai regolari aggiornamenti, presenta alcune novità sotto il cofano.

I miglioramenti e l’aggiornamento del sistema descritti in questo annuncio, sono a beneficio dell’ambiente ISO Live e del processo di installazione. In questo modo gli utenti esistenti di EndeavourOS non hanno necessità di reinstallare il sistema in quanto si tratta di una rolling.
Nell’annuncio sono presenti informazioni aggiuntive per quanto concerne l’installazione: assicuratevi di leggere con attenzioni le nostre note.

Prima di continuare con l’annuncio del rilascio voglio fare un grande applauso ai moderatori del forum e di Reddit, all’intero gruppo dei moderatori su Telegram e a tutta la comunità sui nostri canali ufficiali e non, per esservi aiutati a vicenda durante il recente problema di Grub. Vi siete uniti e avete fatto un lavoro incredibile.
Grazie mille per questo risultato stellare: vi amiamo per aver dato a EndeavourOS quel tocco speciale in più!

Artemis Nova 22.9

Artemis_nova_XFCE4
Wallpaper di Rockwallaby

Questo rilascio opera ancora sotto la bandiera del rilascio principale di Artemis, quindi non contiene nuove funzionalità importanti, che sono ancora in corso di sviluppo da parte del team dedicato per il nostro prossimo rilascio principale, Cassini.

Le versioni del pacchetto di aggiornamento sono:

  • Calamares 3.2.61
  • Firefox 104.0.2-1
  • Linux kernel 5.19.7.arch1-1
  • Mesa 22.1.7-1
  • Xorg-Server 21.1.4-1
  • nvidia-dkms 515.65.01-2
  • Grub 2:2.06.r322.gd9b4638c5-4

Miglioramenti delle edizioni Community

  • ttf-nerd-fonts-symbols è stato cambiato in ttf-nerd-fonts-symbols-2048-em a causa di modifiche al pacchetto upstream.

Spostamento del repository di EndeavourOS

Storicamente, il repository endeavouros si trovava sotto i repo di Arch nell’elenco dei repository dentro
/etc/pacman.conf. Questo presenta un paio di problemi:

  • Quando dobbiamo creare delle versioni personalizzare dei pacchetti, facciamo in modo che i nostri strumenti dipendano dalle versioni personalizzate, come nel caso di eos-yad. Questo crea problemi di dipendenza, come si è visto in passato.
  • Se abbiamo bisogno di sovrascrivere temporaneamente qualcosa dai repo di Arch, non possiamo farlo. Ad esempio, se avessimo potuto temporaneamente bloccare grub fino a quando non avessimo capito cosa stava succedendo, avremmo potuto ridurre notevolmente l’impatto di questo problema.

Per essere chiari, stiamo solo spostando il nostro piccolo repo esistente in cima e questo non significa che stiamo pianificando di aumentarne le dimensioni o di iniziare a sovrascrivere i pacchetti critici con versioni personalizzate. Questo è coerente con quanto stanno facendo molte altre distro basate su Arch.

Questo crea una sfida interessante per noi: la natura del cambiamento richiede la modifica delle installazioni esistenti. In genere, modificare le installazioni esistenti è una cosa che non facciamo. Tuttavia, in questo caso, avere una parte delle nostre installazioni con il repo in punti diversi creerà delle rotture che non vogliamo. Di conseguenza, molto presto verrà distribuito un aggiornamento che sposterà il repo delle installazioni esistenti. Consigliamo vivamente di lasciare che questo script venga eseguito. Tuttavia, se non si vuole che la propria installazione venga modificata, si può scegliere di non farlo aggiungendo # EOS do not modify nel file /etc/pacman.conf. Lo script lo cercherà prima di apportare modifiche.

Grub

2022-09-10_18-35

Nell’ambito delle recenti sfide con Grub, è emerso che per aggiornarlo è necessario eseguire grub-install. Purtroppo per una distro come EndeavourOS è difficile automatizzare questa operazione in modo sicuro. Questo perché è una distro che consideriamo come un punto di partenza per incoraggiare i nostri utenti a personalizzarla e soddisfare così le proprie esigenze. Di conseguenza, non abbiamo alcun controllo sulla configurazione del bootloader sui sistemi esistenti.

Stiamo valutando come comportarci in futuro. Per Nova abbiamo deciso di adottare un approccio conservativo. Di conseguenza, ora forniamo un’esperienza Grub per lo più vanilla, adottando le seguenti misure:

  • Rimozione di grub-tools (sarà rimosso anche dai repo poco dopo questo rilascio).
  • os-prober non è più abilitato per le nuove installazioni (è ancora installato di default).
  • Il tema personalizzato di grub è stato sostituito con un’immagine di sfondo.
  • L’installazione non usa più un numero casuale per il bootloader-id.

Cosa significa per le nuove installazioni

  • Se si desidera che grub rilevi automaticamente altri sistemi operativi, è necessario abilitare os-prober impostando GRUB_DISABLE_OS_PROBER=false in /etc/default/grub.
  • Quando si installano o si rimuovono i kernel, il menu di Grub non verrà più aggiornato. È necessario eseguire sudo grub-mkconfig -o /boot/grub/grub.cfg. In alternativa, è possibile installare grub-hook da AUR se si vuole avere la possibilità di automatizzare questa operazione nella propria installazione.
  • Quando Grub viene aggiornato, è necessario eseguire grub-install. C’è un messaggio che vi informerà di questo come parte del processo di aggiornamento.
  • Altre funzioni di grub-tools, come la correzione dei risultati di os-prober per altre installazioni basate su Arch, sono state rimosse.
  • Inoltre, le voci di grub appariranno ora come “EndeavourOS Linux, con Linux linux”. Potrebbe sembrare un bug, ma è così che viene fornito dall’upstream. La parte Linux, con Linux è fondamentalmente codificata in /etc/grub.d/10_linux e il linux finale è il nome del kernel.

Cosa significa per le installazioni esistenti

  • Non modificheremo alcuna configurazione delle installazioni esistenti relative a Grub.
  • Inizierai a vedere messaggi sulla mancanza di grub-tools se si aggiorna con un helper AUR.
  • Raccomandiamo di rimuovere grub-tools, ma in ultima analisi la decisione è lasciata al singolo individuo.

Voglio ringraziare l’intero team di sviluppo per questo rilascio e per il duro lavoro. Anche se Nova è una versione provvisoria, gli ostacoli che avete affrontato per crearla sono stati a dir poco impegnativi. Tra migrazioni di server e offerte di aiuto alla comunità, siete stati in grado di apportare cambiamenti significativi in un lasso di tempo molto breve. È un risultato importante, considerando le dimensioni ridotte del nostro team. Potete davvero essere orgogliosi di ciò che avete ottenuto perché siete andati ben oltre la definizione di distribuzione guidata dall’entusiasmo…

È possibile scaricare la ISO qui e qui [ARM].

6 Likes

Ciao a tutti , sono nuovo e molto inesperto , io ho installato sul mio portatile la versione endevor os ,come devo fare per passare a questa nuova versione si puo sovrascrivere , se si quali sono i comandi e procedura , o si deve rifare l’installazione dall’Inizio quindi dal bios ,
grazie a tutti per la pazienza e scusate la mia ignoranza ma imparo in fretta

Ciao max

1 Like

EndeavourOS è “rolling”, puoi semplicemente aggiornare normalmente. Non è necessario reinstallare.

English:
EndeavourOS is “rolling”, you can just update as normal. You don’t need to reinstall.

4 Likes

Come detto da @dalto puoi semplicemente aggiornare il sistema :wink:
sai già come si fa?

1 Like

ciao ,
a essere sincero no ,ti chiedo troppo descrivermi il tutto passo per passo
Grazzzieeee

Da terminale, basta digitare sudo pacman -Syu. Se hai installato pacchetti da AUR, allora il comando è yay -Syu che aggiorna sia i pacchetti AUR che quelli che si trovano nel repository di sistema.

Non c’è bisogno di usare sudo con yay perché richiede in automatico la password. Se si usa sudo con yay, quest’ultimo mostra il seguente messaggio:

→ Avoid running yay as root/sudo.

3 Likes